PRIMO PIANO

  • Calciomercato napoli tra dubbi e certezze
  • Monte ingaggi Napoli 2013
  • Le ultime aspettando Juventus-Napoli
  • Napoli: 13 giocatori convocati in nazionale
  • italia-convocazioni-prandelli-ottobre-2012
  • Video Napoli-Lazio 3-0-Auriemma-Alvino
  • Calciomercato napoli tra dubbi e certezze
  • Tabellino Napoli-AIK Solna 4-0
  • hamsik-intervista-corriere
  • cavani record gol in italia
  • Anticipi e posticipi Napoli fino a dicembre 2012
  • video-napoli-parma-3-1-auriemma-vs-alvino
  • tabellino-napoli-parma3-1-insigne
  • Napoli lista giocatori UEFA Europa League 2012/2013
  • Video Napoli-Fiorentina 2-1: Auriemma Vs. Alvino
  • Convocazioni Italia settembre 2012

Calcioscommesse, Carobbio: “Conte sapeva delle partite combinate!”

Pubblicato da Redazione il 18 maggio 2012 in SERIE A
Calcioscommesse, Carobbio: "Conte sapeva delle partite combinate!"

L’indagine sullo scandalo calcioscommesse del procuratore federale Palazzi procede con nuovi colpi di scena.

A rischiare è l’allenatore della Juventus neo-campione d’italia Antonio Conte.

“Dopo Siena-Albinoleffe l’allenatore in seconda, Stellini, chiese a me e a Terzi di contattare qualcuno dell’Albinoleffe per prendere accordi sulla gara di ritorno, in modo da lasciare i punti a chi ne avesse avuto maggiormente bisogno”.

Con queste dichiarazioni l’ex giocatore del Siena, Filippo Carobbio, parla del vice di Conte nell’audizione Figc. Carobbio, nei verbali dell’audizione davanti alla Procura federale del 29 febbraio scorso, nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse, non fa soltanto il nome dell’allora tecnico dei toscani, Antonio Conte, tra coloro che in società erano a conoscenza del risultato concordato di Albinoleffe-Siena del 29 maggio 2011, ma anche quello del collaboratore di Conte Cristian Stellini.

“In settimana si parlò molto in società tra calciatori, allenatore e società dell’accordo raggiunto con l’Albinoleffe – ha aggiunto Carobbio ai procuratori federali – in quanto alcuni avrebbero voluto tentare di vincere, nella speranza di arrivare primi e conseguire il premio ‘primo posto. 

Poi alla fine fummo tutti d’accordo, squadra e allenatore, di lasciare il risultato all’Albinoleffe. Giorni prima della gara ci fu un ulteriore incontro fuori dal nostro albergo del ritiro al Park Hotel di Stezzano (Bg).

Ho sentito sia i calciatori del Siena che dell’Albinoleffe che si mettevano d’accordo: si sarebbe concessa la vittoria dell’Albinoleffe nel caso in cui, nel corso della partita, gli altri risultati avessero configurato un vantaggio dell’Albinoleffe a vincere la gara con il Siena”.

Il vice allenatore dell’Albinoleffe Mirco Poloni, nella sua audizione sul calcioscommesse in Procura Figc, conferma la ‘combine’ tra Albinoleffe-Siena del 29 maggio 2011. A confermare l’incontro tra giocatori alla vigilia della partita presso il Park Hotel di Stezzano (Bg), dove il Siena era in ritiro è anche l’ex Albinoleffe Dario Passoni.

“Mi recai all’albergo insieme ai compagni Sala, Garlini, e il tecnico Poloni – ha raccontato il calciatore nel corso della sua audizione in Procura federale dell’8 marzo - . Non mi ricordo chi dei tre mi disse che saremmo andati lì a concordare l’esito della gara in favore dell’Albinoleffe.

Pur rendendomi conto dell’illecità dell’operazione non mi rifiutai perchè l’Albinoleffe aveva disperato bisogno di punti per arrivare ai play out e non retrocedere direttamente”.

Un’intesa che alla fine sarebbe stata raggiunta:

“Venne preso l’accordo per il quale l’Albinoleffe avrebbe dovuto vincere la gara, anche se non ricordo se si parlò del risultato esatto”, ha spiegato Passoni.

Uno dei passaggi del collaboratore tecnico di Antonio Conte ed ex giocatore del Bari, Cristian Stellini, nella sua audizione davanti alla Procura Figc nell’ambito dello scandalo del calcioscommesse:

“ Iacovelli mi riferì, dopo il 7 maggio 2011, che il Bari, e in particolare i giocatori, avevano combinato la partita Palermo-Bari della stagione 2010/2011.

Non mi fece nomi in particolare ma mi disse che delle persone gli avevano dato dei soldi quale compenso per i giocatori del Bari. Mi raccontò, comunque, che aveva restituito i soldi in quanto il risultato non era preventivato – ha spiegato Stellini al pool del Procuratore federale Stefano Palazzi -.

In quella circostanza dissi a Iacovelli che non avrebbe dovuto dirmelo e che da quel momento non sarebbe stato più mio amico in quanto le sue conoscenze di fatti del genere potevano ledere la mia reputazione“.

L’ex collaboratore tecnico di Conte al Siena e oggi alla Juventus esclude invece ogni addebito da parte di Filippo Carobbio nella presunta combine di Albinoleffe-Siena.

Nego di aver parlato con Carobbio e/o altri giocatori di questi argomenti“, ha dichiarato Stellini che ha comunque aggiunto “non credo che Carobbio possa avere dei motivi di acredine nei miei confronti”.

Il tecnico ha inoltre reso noto alla Procura federale che parlò al telefono con Carobbio, al termine dei domiciliari, dicendogli che era un “deficiente”

“Gli dissi – le sue parole – che la mia opinione su di lui era che era un deficiente perchè era una colpa di essere amico di soggetti di Gervasoni e/o gli ‘zingari. Lui si è giustificato ammettendo di aver sbagliato e mi ha detto che avrebbero dovuto pagare anche gli altri”.

[Corriere dello Sport]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.0/10 (1 vote cast)
Calcioscommesse, Carobbio: "Conte sapeva delle partite combinate!", 9.0 out of 10 based on 1 rating

Lascia il tuo commento...

commenti

Inserisci un commento...